LE PAROLE PER DIRLO - I MODI DI DIRE 'LESBICA' IN ITALIANO

[da Nerina Milletti, "Analoghe sconcezze. Tribadi, saffiste, invertite e omosessuali: categorie e sistemi sesso/genere nella rivista di antropologia criminale fondata da Cesare Lombroso (1880-1949)", DWF (Donna Woman Femme), 1994,n. 4 (24), ottobre-dicembre, pp. 50-121; e da Nerina Milletti, 1996. "Tribadi & socie:la sessualità femminile non conforme nei termini e nelle definizioni". In: Rivista di Scienze Sessuologiche, 9(1-2): 19-36; con aggiunte e modifiche]

  • ANDROGINA
  • BISESSUALE
  • CLITORISTA
  • DEVIANTE, ABOMINEVOLE
  • DONNA-UOMO
  • ERMAFRODITA
  • FREGATRICE, SUBIGATRICE
  • GAY
  • GINANDRA
  • INTERSESSUALE
  • INVERTITA, CONTRARIA
  • LESBICA
  • MASCULA
  • OMOFILA, OMOTROPA
  • OMOSESSUALE
  • ONANISTA
  • QUEER
  • SAFFISTA
  • SODOMITA
  • TERZO SESSO
  • TRIBADE
  • TRANSESSUALE
  • TRAVESTITA
  • UNISESSUALE
  • URNINGA
  • INCERTEZZE TERMINOLOGICHE
  • Termini come tribade, saffica, onanista, ecc. esprimono concetti diversi da quelli attualmente seguiti. Inoltre, come ricorda la storica Martha Vicinus, parlare di lesbismo come lo intendiamo oggi, ha senso solo dove sessualità ed identità sono strettamente collegate e dove l'identità personale è già un valore culturale, ma non è sempre stato così.

    E' molto probabile che donne di altre epoche non avrebbero potuto riconoscersi nelle nostre categorie e strutture simboliche, inserite in un altro sistema di conoscenze. Ed è anche probabile che, specialmente in altri tempi o climi, l'orientamento sessuale possa essere considerato in qualche modo periferico, percepito soggettivamente come un attributo personale non cruciale per la propria identità.

    L'etimo di una parola non è il suo "vero" significato, ma solo uno precedente, e l'invenzione di nuove parole non vuol dire necessariamente la nascita di nuovi significati.

    La scelta tra una delle due correnti teoriche (costruzionismo ed essenzialismo) della storiografia lesbica, investe non solo il senso di identità, ma anche le conseguenti strategie politiche, centrate rispettivamente sull'integrazione o sul separatismo.



     

    NUOVE SEGNALAZIONI:
     
    • C'HA LA VESPA, E' DI CASA - segnalati su Inter@genda da Indra (Prato?), 25 gennaio 2002
    • CHIRE - segnalato da Ika per Genova (?) su Inter@genda, 5 gennaio 2002
    • CRAVATTONA - "Robert Anson Heinlein immaginava che le lesbiche del futuro venissero chiamate "cravattone" tra l'ironico e il gogliardico ( in "Non temerò alcun male" Bompiani) . Non si sa se è un termine inventato o di remote origini dialettali - è americano. Forse è sinonimo-analogo all'attuale TAURA" [ Aaynat, 12 gennaio 2002]
    • DONNASESSUALE - storpiatura coniata sulla falsariga di OMOSESSUALE [segnalata da Curiosak su Inter@genda, 19 gennaio 2002]
    • GHIRBA, GHIRBINA - segnalati da Etcetera per Reggio Emilia su Inter@genda il 3 febbraio 2002
    • LELLA - usato dalla fine degli anni '90 in particolare tra le iscritte alla mailing-list LLI per le quali anche LILLINA
    • NURZIA - usato a Bologna, ed ufficializzato nel 2002 grazie al titolo del libro di Paola Cavallin nel libro: Nespole, nurzie e camionare: il lesbismo a Bologna anni '70 e '80. Edizioni BLI ( Biblioteca Lesbica Inevitabile): Roma e Firenze.
    • RECCHIA, FROCIA, CHECCA - femminile di nomi dispregiativi usati per gli uomini [vedi Desdy, 22 gennaio 2002]. "Recchie" dal 2000 circa, diffuso anche dagli spettacoli del gruppo Spaventapassere.
    • SGUNDULA - segnalato da Sabry per la Lombardia [com. pers. 7 maggio 2000) e confermado da Cucciolo in Inter@genda, 4 gennaio 2002]
    • SORELLA, UNA DELLA PARROCCHIA, LEZBO, GAYA - eufemismi segnalati su Inter@genda da Nuit, Jodie, gennaio 2002
    • STELLAMARINA; GIAGUARA - termini utilizzati privatamente e segnalati su Inter@genda da Acqua e Indra, gennaio 2002


      Se vuoi suggerire qualche altro termine (anche dialettale), se hai trovato nuove citazioni, se hai dei commenti, scrivilo!

    TERMINI RELATIVI AGLI UOMINI


    http://www.elleXelle.it