Biblioteca Lesbica Inevitabile

BLI, Biblioteca Lesbica Inevitabile, è un progetto editoriale di Azione Gay e Lesbica Finisterrae di Firenze e del CLI, Collegamento Lesbiche Italiane di Roma.
  • Un gruppo di lesbiche delle due associazioni, dopo aver pubblicato Diario di una misogina che ama le donne ha voluto impegnarsi in un lavoro editoriale comune duraturo e strutturato, dando a quest'avventura il nome di BLI.
  • Il nostro obbiettivo non è aprire una nuova casa editrice lesbica, ma impiegare capacità ed energie per diffondere testi che altrimenti non sarebbero pubblicati.
  • Ogni lesbica, nel sistema dell'eterosessualità obbligatoria, nasce come unica al mondo, orfana delle sue antenate, privata della cultura elaborata da altre prima di lei. La parola scritta è il mezzo prioritario per costruire una continuità tra generazioni e comunità lontane. Su questi presupposti si è basata la nostra scelta di diffondere testi scritti da lesbiche per le lesbiche, alcuni già pubblicati, altri inediti. La scelta ha come unico principio ispiratore quello di dare la possibilità ad altre lesbiche di leggere testi che parlano prima di tutto a noi stesse.
  • In questo primo anno di lavoro proponiamo libri che hanno un intento documentaristico, ritenendo che la parola e la memoria siano i mezzi prioritari per costruire identità e cultura lesbica.
  • PER MAGGIORI INFORMAZIONI: info@azionegayelesbica.it - cli_network@iol.it

       
    DIARIO DI UNA MISOGINA CHE AMA LE DONNE
    Vignette di Sara
    Testi di Valeria Santini

    Diario di una misogina che ama le donne è un libro di vignette e testi satirici sulle lesbiche scritto da lesbiche.
    Le vignette sono divise in nove sezioni tematiche ognuna delle quali introdotta da un testo satirico che ci presenta l'argomento ed offre spunti sul carattere della vignettista.
    Le vignette raccolgono più o meno tutta la produzione di Sara dal 1983 a oggi. La matita della nostra fumettara in questi anni ha vagato tra i luoghi dei movimenti delle donne e delle lesbiche soffermandosi spesso al Buon Pastore, nell'intimità delle case (e dei letti) di amiche e conoscenti, negli storici momenti di grandi iniziative lesbiche (campeggi, convegni…), tra i libri delle lesbiche e sulle lesbiche fino alle culle delle mamme lesbiche.
    I testi introducono le sezioni guidandoci tra i risvolti divini dell'ispirazione della fumettara e appuntando la matita dell'ironia sui temi affrontati dalle vignette: dai rapporti paramatrimoniali, e soprattutto extramatrimoniali, delle lesbiche ad amori e conflitti fra lesbiche e femministe, dalla pigrizia e dal cattivo carattere della vignettista alla vanagloria della stessa scrittrice, e così via.
    Le autrici  
    Sara, vignettista romana, ha realizzato quattro mostre personali (Roma 1985, Firenze 1990, Roma 1993, Bari 1994) ed ha partecipato a varie mostre collettive. Le sue vignette sono state pubblicate su tre Agendonna, sul Questionario del CLI, su Casa Internazionale delle Donne - Realtà, aspitazioni, prospettive ed inoltre su Aspirina, Tango, Il Foglio del Paese delle Donne e Bollettina del CLI. Valeria Santini, fiorentina, organizzatrice di eventi nazionali - due settimane lesbiche, due convegni, una vacanza per sole donne - tesoriera inamovibile del circolo Azione gay e lesbica Finisterrae, esercita il suo occhio critico sulla comunità delle lesbiche scrivendone mensilmente su Bollettina del CLI. Valeria ha pubblicato Il Poema di Kama e Sutra, testo satirico edito da Il dito e la luna nel 1996, e poesie e articoli sui periodici Quir, Il Foglio del Paese delle Donne, Bollettina del CLI, Avvenimenti e negli Atti Comunità Lesbica - Libertà di Movimento e Il mondo da fare.
    Costo: 7 euro  
       

    MEMORIA IRREGOLARE
    Vent'anni di testi lesbici selezionati da Bollettina del CLI

     

    Che cosa hanno detto di sé le lesbiche? Quali dibattiti, desideri, riflessioni hanno attraversato le relazioni private e politiche? Come hanno elaborato strategie di sopravvivenza, di visibilità, di affermazione sociale?

    La trasformazione delle rappresentazioni e delle percezioni di sé, che ha rivoluzionato gli ultimi trent'anni, è il risultato del lavoro di critica all'esistente e di resistenza all'assimilazione che ha visto impegnate, sia nell'ambito dell'elaborazione teorica che in quello della lotta politica, lesbiche eretiche, insubordinate, creative, ideologiche, sofisticate, di strada e d'accademia.
    Quello che costituisce per le nuove generazioni di lesbiche un punto di partenza, deve però essere rafforzato dalla consapevolezza di non essere orfane e insignificanti in un sistema di trasmissione culturale organizzato solo in funzione di una storia patriarcale ed eterosessuale. Il sapere e la trasmissione del sapere sono infatti un punto cruciale per rendere durevoli le conquiste ottenute in campo sociale e politico e per rintuzzare il ritorno al passato, mascherato da futuro.

    I testi che sono riportati in questo libro, per la maggior parte scritti di elaborazione e riflessione, ma anche interventi polemici e/o politici, di lesbiche italiane e straniere più o meno note, sono stati tutti pubblicati nel corso degli ultimi vent'anni sulla Bollettina del CLI, mensile del Collegamento Lesbiche Italiane.

    Costo: 8 euro  
       
    NESPOLE, NURZIE E CAMIONARE
    Il lesbismo a Bologna anni '70 e '80
    di Paola Cavallin
    con un'introduzione di Daniela Danna

    Chi erano le lesbiche che vivevano a Bologna tra gli anni '70 e gli anni '80? Quali luoghi frequentavano? Qual'era la loro percezione di sé? Quali i loro rapporti con le femministe?
    Questa ricerca di Paola Cavallin rintraccia donne apertamente lesbiche quando nessuna organizzazione aveva ancora questo nome, racconta la loro partecipazione al movimento femminista, ai collettivi di donne, ai gruppi di autocoscienza, ricorda la nascita dei primi gruppi lesbici bolognesi, l'organizzazione dei primi eventi pubblici. L'autrice descrive luoghi ed ambienti: le osterie, la scena artistica, le sedi politiche ed infine i primi bar per gay e lesbiche aperti a Bologna ad inizio anni '80.
    Paola Cavallin ha ricostruito la storia lesbica bolognese degli anni '70/ '80 attraverso 26 interviste e materiali dell'epoca (articoli, documenti, atti di convegni), tratteggiando, con la pubblicazione integrale di alcune di queste interviste, l'atmosfera di un'epoca per molte lesbiche ancora vicina e familiare per comunanza di luoghi e spesso di persone, ma lontanissima per il panorama politico e sociale che si intravede sullo sfondo.
    L'autrice  
    Paola Cavallin veneziana d'origine, ha vissuto a Bologna dove si è laureata al DAMS, sezione spettacolo, e ha lavorato per due anni al Centro Documentazione il Cassero. Attualmente vive a Londra lavorando per compagnie teatrali come attrice e scrive pezzi comici per le sue performance.
    Costo: 5 euro  
       
    Tutti i libri pubblicati dal BLI possono essere acquistati nelle Librerie delle Donne di Bologna, Firenze, Genova, Milano e Roma e nelle Librerie Babele di Milano e di Roma, oppure per posta, versando l'importo previsto sul ccp 77908002 intestato a CLI, via San Francesco di Sales1a, 00165 Roma, indicando nello spazio per la causale il titolo del libro.